Dialoghi visivi – Percorso artistico

Le forme di violenza possibili sono solo quelle che conosciamo? La violenza non è soltanto quella alla quale si assiste, sempre più spesso attraverso i social media, e della quale si sente parlare. Esiste infatti un mondo, fitto e denso, che si compone di ciò che noi percepiamo o consideriamo come violenza. Di tutto ciò che “ci ferisce” e che “sappiamo ferire” ma che ci sembra non preoccupi gli altri o attirare la loro attenzione. Riflettere su questi temi significherà comprendere che talvolta le nostre azioni celano forme di violenza implicite, sconosciute, latenti, che proprio perché non visibili (o non eclatanti) possono ferire ancor più in profondità e lasciare nell’indifferenza. Riflettervi assieme significherà aprire uno spazio di dialogo e confronto autentico. Proporremo un laboratorio artistico dove le forme della pittura, della scultura e della danza saranno le prescelte per stimolare i partecipanti ad esprimere il proprio sentimento di violenza raccontandolo agli altri.